DISCALCULIA

 

Disturbo specifico del sistema dei numeri e del calcolo.

Studi molto recenti fanno capire che la discalculia ha una base neurologica diversa dalla dislessia e che questo problema interessa una parte molto inferiore della popolazione. Il disturbo si manifesta in modo più evidente con l’ingresso del bambino nella scuola dell’obbligo.

 

COME SI MANIFESTA

Principalmente i soggetti colpiti hanno difficoltà nell’associazione del simbolo numerico alla quantità corrispondente, nella numerazione in ordine crescente e decrescente, nella seriazione e nel calcolo mentale, nella lettura, scrittura e l’incollonnamento del numero, nella risoluzione di situazioni problematiche.

Ecco alcune delle caratteristiche più comuni. Queste possono non essere tutte presenti contemporaneamente:

  • Non c’è differenza tra 15 e 51 oppure tra 316 e 631  in quanto essi, pur essendo in grado di denominare le singole cifre, non riescono ad attribuire significato alla loro posizione al interno dell’intero numero
  • Difficoltà di orientamento spaziale e di organizzazione sequenziale sia nella lettura che nella scrittura dei numeri  (il numero 9 viene confuso con il 6;  il numero 21 con il 12;  il 3 viene scritto al contrario così come altri numeri…), confusione tra i simboli matematici
  • Esistono coppie di numeri che hanno tra loro una lieve somiglianza, come ad esempio il numero 1 e il numero 7;  il 3 e l’8;  il 3 e il 5 questo significa anche non attribuirle alla giusta quantità
  • Di solito è presente la capacità di numerare in senso progressivo, cioè di procedere da zero in poi (1-2-3-4-5…), ma non quella di numerare in senso regressivo, partendo cioè da una determinata cifra e andando indietro ( 6-5-4-3-2-1-0)
  • Difficoltà a memorizzare la tavola pitagorica con conseguente impossibilità ad eseguire correttamente moltiplicazioni e divisioni
  • Difficoltà nel manipolare materiale per quantificare e stabilire relazioni
  • Difficoltà nella denominazione dei simboli matematici
  • Difficoltà nel cogliere nessi e relazioni matematiche
  • Nella risoluzione dei problemi nonostante l’integrità delle capacità logiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*